Pane alla curcuma

Pane alla curcuma

Ed eccoci qui con la prima ricetta dei nostri utenti per inaugurare la rubrica “21 GRAMMI DI BONTÀ”.

Un progetto che nasce in un momento storico difficile, non solo di “isolamento forzato” ma anche, a volte, di smarrimento e di un sali e scendi di emozioni, neanche fossimo Dottor Jekyll e Mister Hyde, con l’intento di andare a rifugiarci in quella ricetta che ci coccola e che nutre la nostra Anima, in un appello corale di messa a nudo delle nostre fragilità in un’ottica positiva e propositiva di rinascita mantenendoci ancorati alle nostre origini, alle nostre tradizioni e a quella storia che ha lasciato un segno positivo nella Vita di ognuno di noi, continuando a far pulsare il nostro Cuore in uno slancio adrenalinico di coesione.

Da qui prende nome la rubrica, essendo 21 GRAMMI l’ipotetico peso dell’ANIMA.

Il nostro amico Antonio Nugnes, insieme a sua moglie Marina, ha preparato per noi un fragrante e speziato pane alla curcuma, facendoci arrivare quel meraviglioso profumo anche a distanza. Non poteva che essere così, non poteva che essere quella del Pane la prima ricetta di questo nostro “esperimento sociale”.

Antonio Nugnes

INGREDIENTI

Acqua gr 350

Farina 0 gr 150

Farina 1 gr 150

Semola gr 100

Lievito di birra gr 4-5

Sale 1 cucchiaino

Zucchero 1/2 (mezzo) cucchiaino

Curcuma 1 cucchiaio

PREPARAZIONE

Per prima cosa sciogliete il lievito nell’acqua tiepida. Quindi, impastate in una ciotola sufficientemente grande dopo aver setacciato le farine e la semola ed aggiunto lo zucchero e la curcuma. Aggiungete per ultimo il sale.

Una volta ottenuto l’impasto lasciatelo riposare per 15 minuti, dopodiché rimestate lo stesso dal basso verso l’alto per 2 minuti. Questa operazione deve essere ripetuta per 3 volte a distanza di 15 minuti.

A questo punto avvolgete l’impasto ottenuto con della pellicola da cucina, riponetelo nella ciotola e coprite il tutto con un canovaccio.

Lasciate, quindi, lievitare in frigo per 12 ore.

Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l’impasto e spostatelo su di una spianatoia molto infarinata. Quindi, stendetelo con le mani andando a formare un quadrato e ripiegatelo come un fazzoletto in quattro parti. Ripetete questo passaggio 2 volte.

Lasciate riposare, poi, per 90 minuti.

Trascorso il tempo necessario, cuocete in forno preriscaldato a 220° per 30 minuti, con una copertura in carta stagnola, e per altri 20 minuti a 210° senza copertura.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.