Patate attaccate in padella

Le patate attaccate in padella sono un contorno sfizioso davvero semplice da preparare.

Non è di certo una ricetta, quanto un consiglio su come presentare in tavola le patate, alternativa alle classiche patatine fritte o al forno.

Semplicissime, ma come molte cose semplici necessitano di alcuni accorgimenti per un risultato ottimale. Le patate attaccate in padella, infatti, perchè siano tali, devono essere lasciate cuocere senza girarle troppo e, accortezza importante, devono essere messe in un padellino piuttosto piccolo, poichè le patate devono risultare “ammassate”.

Conquisterete davvero tutti e vi chiederanno il segreto di queste patate cosi croccanti e stuzzicanti!!!

INGREDIENTI per 4 persone

Olio extravergine di oliva 6 cucchiai

Patate (al netto) g 800

PREPARAZIONE

Pelate e tagliate le patate a tocchetti (dadini!).

Quindi, lavatele e fatele ben scolare.

In una padella di 22 cm di diametro fate ben riscaldare l’olio (deve fumare!!!), quindi adagiate le patate a tocchetti, giratele con un cucchiaio di legno e fatele insaporire per 5 minuti a fuoco alto.

IMPORTANTE: per questa quantità di patate dovete rispettare le dimensioni della padella indicate, poichè le patate devono essere “ammassate”.

Trascorsi i 5 minuti, giratele delicatamente e lasciatele cuocere per altri 5 minuti sempre a fuoco alto.

Trascorsi questi ulteriori 5 minuti, girate nuovamente (sempre delicatamente!), abbassate la fiamma e continuate la cottura per altri 10 minuti.

Le patate sono quasi cotte!!!

Alzate, ora, la fiamma ed ultimate la cottura per altri 10 minuti (eventualmente giratele una sola volta!).

A fine cottura aggiungete anche il sale.

IMPORTANTE: non dovete girare molto le patate altrimenti non si attaccheranno.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.