Cozze gratinate

Le cozze sono un alimento tipico della tradizione culinaria tarantina. Questo proprio per la presenza, nel Mar Piccolo, di sorgenti di acqua dolce, i “citri”, i quali rendono l’acqua ideale per la coltivazione delle cozze conferendo un sapore particolare ed unico.

Dal sapore sublime, è possibile prepararle in svariati modi in base ai propri gusti.

Il loro apporto calorico, inoltre, è talmente basso da poter essere gustate anche in “regime di dieta”.

INGREDIENTI per 4 persone

Acqua delle cozze  1 bicchiere

Aglio 4 spicchi

Cozze kg 1

Olio extravergine d’oliva 5-6 cucchiai

Pangrattato 3-4 cucchiai

Pecorino grattugiato 1 cucchiaio

Pepe q.b.

Prezzemolo 3 cucchiaini

Vino bianco ½ bicchiere

PREPARAZIONE

Per preparare le cozze gratinate è possibile acquistarle già pulite con il mezzo guscio e la loro acqua  (in questa maniera il gusto rimane inalterato e risparmiate un po’ di tempo!).

Se invece avete acquistato le cozze “sporche” dovete provvedere a pulirle.

Come fare??? Vi spiego io passo passo!

Prima di tutto separatele dal ceppo.

Mettetele, quindi,  in una coppa piena d’acqua nel lavandino e, ad acqua corrente, grattatele con una retina da cucina una per una.

Tirate con le mani verso la punta il “ bisso”, ovvero quel filamento che fuoriesce dalla cozza.

Sciacquatele ed apritele.

Come aprirle???

Fate scivolare una valva sull’altra premendo verso l’esterno, avendo cura di avere la parte arrotondata verso di voi, ed infilate un coltello a punta  nello spazio che si viene a creare.

Quindi smuovete il frutto con il coltello sulla parte quasi rettilinea.

La cozza a questo punto si aprirà!!!

IMPORTANTE: conservate l’acqua delle cozze! Le potete aprire in una terrina!

Bene! Ora è semplicissimo!!!

Disponete le cozze con il mezzo guscio in una pirofila.

Aggiungete, quindi, il liquido ed il vino.

Proseguite con  l’aglio tagliato in maniera molto sottile, il prezzemolo sminuzzato, pecorino, pangrattato ed una macinata di pepe.

Infine, versate l’olio.

IMPORTANTE: rispettate l’ordine in cui aggiungete tutti gli ingredienti!!!

Infornate e cuocete a 220° per 10-15 minuti (se preriscaldate il forno anche solo per pochi minuti è meglio!).

Quando il pangrattato sarà dorato saranno pronte (mi raccomando a non farle seccare!!!).

CONSIGLIO

Se siete un po’ scettici e volete verificare l’integrità delle cozze non dovete far altro che prendere una terrina, riempirla d’acqua e mettere le vostre cozze; se vengono a galla dovrete buttarle  perché non buone.

Perché succede questo???

Le cozze contengono al loro interno oltre al frutto anche l’acqua che le mantiene in vita; acqua che le rende pesanti e che quindi impedisce di farle venire a galla.

Quando una cozza si fora o si apre accidentalmente senza che ad occhio nudo si veda il liquido fuoriesce e la cozza muore.

Noterete questa differenza anche solo soppesandole a mano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.