Ficazzedde

Le “ficazzedde” sono dei panzerottini dolci, di origine martinese, prepararati con la classica pasta dei taralli salati ed un ripieno di marmellata e noci.

E’ possibile utilizzare marmellata di qualunque gusto, ma è sicuramente da preferire una marmellata scura (ciliege, uva).

Ottimo, il contrasto dolce-salato che ne risulta.

Questa è una ricetta dello Chef Angela Pagano del ristorante “Torre di Angelucco” di Martina Franca.

INGREDIENTI per 20-25 ficazzedde

Per PASTA

Farina g 300

Olio extravergine di oliva g 100

Sale 1/2 cucchiaino

Vino bianco g 100

Per RIPIENO

Buccia di 1 limone grattugiata

Marmellata di ciliege g 300 ca.

Noci (intere) 11-12

Zucchero a velo q.b. (per decorare)

PREPARAZIONE

Prima di tutto preparate la pasta per le ficazzedde (cliccate qui per leggere come fare – seguite, però, le dosi di questa ricetta).

Quindi, stendete la pasta di uno spessore di 0,5 cm circa, aiutandovi con un po’ di farina.

Tagliate, adesso, dei dischi di 6 cm circa di diametro.

IMPORTANTE: per fare questa operazione potete utilizzare un coppapasta oppure un bicchiere (capovolto!) del diametro richiesto.

Adagiate, ora, su ogni disco un po’ di marmellata di ciliege (1 cucchiaino scarso), 1/2 gheriglio di noce ed un po’ di scorza di limone grattugiata.

IMPORTANTE: la marmellata deve essere piuttosto dura, fatela rapprendere un pochino in un padellino se risulta un po’ liquida.

Bagnate, adesso, i bordi dei dischi con poco latte (o acqua).

Richiudete a panzerottino e premete i bordi per far aderire le due sfoglie.

Sistemateli, quindi, in una teglia foderata con carta da forno e cuocete in forno preriscaldato a 170° per 20 minuti circa fino a doratura.

Una volta cotti spolverizzateli con zucchero a velo.

 

 

4 thoughts on “Ficazzedde

  1. angelo
    22 dicembre 2014 at 19:38

    Sto utilizzando la farina di riso, ma non si unisce. Cosa fare?

    1. Simona Maggio
      22 dicembre 2014 at 20:50

      In che senso non si unisce??? Questo tipo di impasto, vista la presenza di olio, non risulta particolarmente liscio. Se hai ottenuto un impasto un po’ stracciato è quello giusto. Non dipende dal tipo di farina utilizzato.

  2. Emilio Menegotto
    9 gennaio 2019 at 11:49

    Il vino e l’olio devono essere caldi come ai purciddi?

    1. Simona Maggio
      9 gennaio 2019 at 18:37

      No, Emilio. Devono essere a temperatura ambiente! Buona preparazione! 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.