Sformato di lampascioni

Il lampascione (o lampagione) è un bulbo commestibile a forma tondeggiante che si sviluppa alla profondità di 20-50 cm e che deve il suo nome ad Oribasio, medico greco di Bisanzio vissuto nel IV secolo a. C..

Particolarmente indicato nelle diete per le sue proprietà benefiche per lo stomaco, oltre che diuretiche, è un noto cibo afrodisiaco tanto da essere esaltato nell’antichità e consigliato nell’uso dell’ars amatoria dal poeta latino Ovidio.

I lampascioni richiedono, dopo esser stati puliti e bolliti, di un lungo ammollo in acqua per favorire la perdita del gusto amarognolo proveniente dal liquido colloso che fuoriesce al taglio del coltello.

Sono un alimento tipico del sud Italia e possono essere preparati in svariati modi.

INGREDIENTI per 4 persone

Aglio 1 spicchio schiacciato

Latte (per ammollo del pane) 1 bicchiere ca.

Lampascioni g 500

Menta alcune foglioline

Olio extravergine d’oliva 1-2 cucchiai

Pane raffermo g 100

Parmigiano grattugiato g 70

Pepe q.b.

Uova 4

PREPARAZIONE

Prima di tutto pulite i lampascioni tagliando con un coltello la parte inferiore e superiore ed eliminando gli strati superficiali.

Lavateli, metteteli in una pentola, aggiungete l’acqua e bolliteli per 40 minuti circa fin quando non saranno diventati sufficientemente morbidi (verificate la cottura inserendo uno stecchino o una forchetta).

IMPORTANTE: se volete eliminare il sapore amarognolo, potete cambiare 2-3 volte l’acqua di cottura (fate così: mentre i lampascioni iniziano a cuocere in acqua in una pentola, mettete a bollire dell’acqua in una seconda pentola e spostate dopo 10-15 minuti i lampascioni – ripetete questa operazione un paio di volte).

Una volta cotti, metteteli in ammollo (per almeno 3 ore) in una terrina piena d’acqua fredda cambiando questa  frequentemente (6-7 volte) per eliminare l’amaro.

Nel frattempo in un’altra terrina mettete in ammollo nel latte il pane tagliato grossolanamente.

A questo punto, schiacciate i lampascioni, dopo averli fatti ben sgocciolare, ed aggiungete il pane strizzato, le uova, il parmigiano grattugiato, l’aglio schiacciato, la menta tagliuzzata ed il pepe.

Girate bene il tutto per far ben amalgamare e fate riposare per una mezz’oretta circa.

Mettete, ora, in una teglia da forno un filo d’olio, sistemate lo sformato ed aggiungete sopra un altro filo d’olio.

Fate cuocere a 250° per 30 minuti circa fino a doratura.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.