Cheesecake di ricotta e mascarpone Galbani Santa Lucia con pere e cioccolato

Cheesecake

Cheesecake di ricotta e mascarpone Galbani Santa Lucia con pere e cioccolato

La cheesecake è un dolce tipico della tradizione americana, e precisamente newyorchese (è conosciuta, infatti, come New York cheesecake!!!), preparata con una base di biscotti sbriciolati ed una crema al formaggio.

La Cheesecake di ricotta e mascarpone Galbani Santa Lucia con pere e cioccolato che vi proponiamo è una cheesecake particolarmente delicata poichè preparata con una base croccante di biscotto e mandorle ed una crema di ricotta, mascarpone e panna. Particolarmente gradevole, risulta, poi, il freschissimo profumo di limoni ed una nota avvolgente di vaniglia, ideali per esaltare i formaggi Galbani che, come sempre, risultano, con la loro delicatezza, protagonisti incontrastati per la preparazione di una cheesecake che rispetti le tradizioni d’oltreoceano con quel quid in più che, fortunatamente, la nostra Cucina ed i nostri Prodotti offrono.

Decorata, infine, con pere sciroppate e cioccolato… d’altronde si sa…formaggio, pere e cioccolato: abbinamento impeccabile!!!

INGREDIENTI (per una cheesecake di cm 17-18 di diametro)

Per BASE

Acqua  1-2 cucchiai (solo se necessario)

Biscotti (frollini con panna) g 240

BURRO GALBANI SANTA LUCIA g 70

Mandorle (farina) g 120

Zucchero semolato g 40

Per CREMA

Buccia di 2 limoni

Farina g 5

MASCARPONE GALBANI SANTA LUCIA  g 200

Panna fresca ml 200

RICOTTA GALBANI SANTA LUCIA g 200

Ricotta di pecora g 200

Uova intere 3

Vaniglia 1 bacca (oppure 1 fialetta di aroma da ml 2-3)

Zucchero semolato g 150

Per DECORAZIONE

Cioccolato fondente g 50 ca.

Pere sciroppate 1 – 2 pere piccole

PREPARAZIONE

Prima di tutto tritate finemente le mandorle fresche, private della buccia, fino ad ottenere una farina finissima. Spezzettate, quindi, i biscotti; metteteli, poi, in un mixer e tritateli fino ad ottenere una farina.

Mettete, ora, la farina di biscotti ottenuta in una terrina, aggiungete la farina di mandorle e lo zucchero e girate con una frusta a mano. Unite, infine, il burro dopo averlo fatto sciogliere sul fuoco in un pentolino.

Girate il tutto con un cucchiaio premendo verso il basso in modo tale che il burro si possa incorporare bene alla farina di biscotti e mandorle.

IMPORTANTE: se l’impasto dovesse risultare eccessivamente slegato aggiungete 1-2 cucchiai di acqua.

Rivestite, quindi, con un foglio di carta da forno (vedete foto) la base di uno stampo a cerniera.

Con l’impasto preparato foderate lo stampo (vedete foto) facendo attenzione a premere bene sulle pareti dello stampo.

Fate riposare, quindi, lo stampo in frigo per circa 30 minuti in modo tale che il burro possa nuovamente indurirsi.

Nel frattempo preparate la crema.

In una terrina mettete la ricotta di mucca e quella di pecora, la farina  ed un paio di cucchiai di zucchero e lavorate con una frusta a mano fino ad ottenere una crema setosa.

Unite, poi, il mascarpone ed infine la panna fresca.

In una terrina a parte, lavorate, ora, le uova intere con lo zucchero restante utilizzando una frusta a mano.

Unite, quindi, le uove (e lo zucchero) ai formaggi ed amalgamate il tutto.

Aggiungete, quindi, i semi di vaniglia (incidente la bacca verticalmente con un coltello) e la buccia di limone grattugiata.

Potete, adesso, versare la crema nello stampo con la base di biscotti.

Cuocete, quindi, in forno preriscaldato a 150° per 30 minuti e, poi, per ulteriori 45 minuti a 160°.

Una volta cotta la cheesecake, fatela ben raffreddare (saranno necessarie alcune ore).

Quando sarà fredda decorate con pere sciroppate e cioccolato fuso ed eventualmente fragole fresche.

IMPORTANTE: sciogliete il cioccolato in un pentolino a bagnomaria.

 IMPORTANTE: la cheesecake DEVE essere gustata FREDDA!!!

ABBINAMENTO

La Cheesecake di ricotta e mascarpone Galbani Santa Lucia con pere e cioccolato trova nel Colli Orientali del Friuli Picolit il suo abbinamento ideale.

Pregiato vino da dessert, il Picolit (il cui nome sembra derivare dalla piccola dimensione dei suoi acini!) è un vino i cui grappoli vanno incontro ad acinellatura (con aborto spontaneo) che porta allo sviluppo di pochi acini sul grappolo ma molto ricchi di sostanze estrattive, condizione ideale per l’appassimento e la produzione di un vino dolce. Nota di assoluta importanza è tuttavia l’ottima freschezza che caratterizza questo vino dai sentori di miele, albicocche, susine gialle e vaniglia e dal finale setoso, vellutato, persistente e mai stucchevole.

Un abbinamento, quindi, nel quale si crea un’armonia perfetta senza che primeggi ora l’uno, ora l’altra, e nel quale la buona spalla di freschezza del vino alleggerisce una cheesecake che risulta piuttosto complessa e con una grassezza non indifferente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.